Coppa Nissena (FINALE)


Informazioni sulla gara

Gara: Coppa Nissena (FINALE)
Edizione: 61
Descrizione:

----------------------------------------------------------------------------------------------

ESPLORA IL TRACCIATO CON GOOGLE EARTH:

La Coppa Nissena in Google Earth 2012CoppaNissena.kmz


----------------------------------------------------------------------------------------------

ESPLORA IL TRACCIATO CON GOOGLE STREET VIEW:


Visualizzazione ingrandita della mappa

----------------------------------------------------------------------------------------------

RECORD TRACCIATO:

1' 53" 30 - Simone Faggioli (Osella FA30 - Zytek - 2010)

----------------------------------------------------------------------------------------------

COME ARRIVARE:
(click sulle icone per le indicazioni in Google Maps)

     
In auto     Dove ti trovi?
 
In aereo Aeroporto "Fontanarossa"- Catania 103 km www.aeroporto.catania.it
In aereo Aeroporto "Falcone e Borsellino" - Palermo 153 km www.gesap.it
In aereo Aeroporto "Vincenzo Florio" - Trapani 234 km www.airgest.it
       
Via mare Porto di Messina 199 km www.porto.messina.it
Via mare Porto di Palermo 123 km www.portpalermo.it
Via mare Porto di Trapani 232 km www.ilportoditrapani.it
       
In treno Stazione Trenitalia di Caltanissetta 12.8 km www.e656.net
       
In auto Provenienza NORD - Rif. Caltanissetta 12 km  
In auto Provenienza NORD/EST - Rif. Messina 198 km  
In auto Provenienza EST - Rif. Catania 105 km  
In auto Provenienza SUD/EST - Rif. Siracusa 154 km  
In auto Provenienza SUD - Rif. Gela 64.1 km  
In auto Provenienza OVEST - Rif. Trapani 230 km  
In auto Provenienza NORD/OVEST - Rif. Palermo 121 km  
In auto Provenienza ISOLANI RACING TEAM 847 km  
       
Ricettività alberghiera Ricettività alberghiera www.icitta.it  

----------------------------------------------------------------------------------------------

CLASSIFICHE 2012 GRUPPO GT:
 

   PROVE   2ª
1.  Ignazio Cannavò  Ferrari F430 Challenge 2'48"48 2'41"56
 
   GARE   1ª 2ª Somma
1.  Ignazio Cannavò  Ferrari F430 Challenge 2'37"46 2'37"55 5'15"01

----------------------------------------------------------------------------------------------


LA STORIA

" Una gara automobilistica nel nostro territorio avrebbe incontrato le risa di un Lèon Blum e le maledizioni di qualche saggio che, attraverso la dura esperienza materialistica del secolo delle invenzioni, non si è tuttavia rifatto della vecchia mentalità reazionaria che concepisce la macchina come incarnazione del diavolo… ”.
Così si scriveva il 24 maggio 1922 nel roseo numero unico stampato per presentare la prima Coppa Nissena. Tra facezie, aneddoti e profili caricaturali degli entusiasti organizzatori del tempo la prima edizione della gara, nata con la denominazione di “1° Circuito Automobilistico di Caltanissetta”, salutava il battesimo dell’automobilismo agonistico a Caltanissetta. La manifestazione fece da "cornice" di prestigio per l'inaugurazione del monumento ai caduti della Grande Guerra in Viale Regina Margherita a Caltanissetta. Il tracciato di gara, disegnato da un manipolo di appassionati con in testa l’ing. Augusto Rigoletti veneto d’origine e nisseno d’adozione, partiva da Sant’Anna per poi scendere verso Capodarso, risalire per la vecchia Castrogiovanni (oggi Enna) e proseguire a chiudere in un circuito stradale da percorrere due volte, per un totale di ben 166 km e 600 metri.

Il "fascino del motore" e della velocità invade le vallate del nisseno e, com'era consuetudine all'epoca, l'avvenimento riveste da subito un carattere piuttosto mondano. La prima edizione vede al via alcuni fra i nomi più illustri della nobiltà e dello sport automobilistico siciliano. Ricordiamo il Conte Emilio Milio, Carlo Gasparin, il Barone nisseno Giovanni Barile, il Marchese di Montemaggiore, Mario Zabban, il Barone Giulio Pucci, il Commendatore Costantino Trombetta, il Cavaliere Martino Modò, Alfredo Pellegrino, Giuseppe Piro, il Cavaliere Giuseppe Giordano, il Duca di Caccamo e Luigi Lopez. E a scrivere il suo nome per la prima volta sull'albo d'oro della gara è proprio Luigi Lopez al volante di una Itala, che conclude la "maratona" in 2h 59’ 39” ad una media di 55,641km/h. La denominazione come detto è quella di "1° Circuito Automobilistico di Caltanissetta", ma Lopez è di fatto il primo vincitore della "Coppa Nissena", la denominazione ufficiale del Trofeo consegnato al vincitore della gara.
Il grande successo del debutto prosegue l'anno successivo, quando su un percorso portato a 3 giri per un totale di 250 km ad imporsi è Salvatore Curatolo su una Ceirano SCAT 20-30 HP. Nel 1924 ancora un allungamento e i giri del tracciato stradale da coprire diventano 4, con vittoria che va alla Ansaldo del giovane Barone Giulio Pucci.

Nonostante il successo delle prime tre brillanti edizioni, il Circuito Automobilistico di Caltanissetta va incontro ad alcuni problemi organizzativi che fanno saltare l'edizione 1925 e degli anni seguenti. Gli avvenimenti bellici della II Guerra Mondiale prolungano poi il "limbo" della gara, la cui assenza dallo scenario motoristico nazionale durerà ben 25 anni.

25 anni sono lunghi, il progresso ha corso veloce e nel 1949 è cambiato tutto. Sono cambiate le auto, lo sport motoristico e la gara siciliana torna in calendario con una configurazione molto più snella: non più circuito stradale ma 12 km di tracciato per una vera e propria "gara in salita". Il compito di "rispolverare" l'albo d'oro tocca a Luigi Bordonaro, che si impone con la sua Ferrari. Le gran turismo del Cavallino firmano le prime 4 edizioni del "ritorno" alternando gloria per Bordonaro, vincitore nel 1949 e nel 1951, e per Antonio Pucci (figlio del vincitore nel 1924 Giulio Pucci), che si aggiudica anche le edizioni del '51 e del '55. Momento d'oro per la gara e per il nobile delle Madonie Pucci, collaudatore ufficiale Porsche che conquisterà fra l'altro anche la Targa Florio nel 1964 in coppia con l'inglese Colin Davis.

In breve tempo la Coppa Nissena conquista importanza e prestigio in ambito tricolore ed internazionale. Dopo i primi domini dei piloti locali cominciano ad imporsi altri drivers provenienti da "oltre lo stretto" come il veneto "Noris" che porta alla vittoria la sua Porsche 906 nel 1964 o Carlo Facetti, che si aggiudica le edizioni del '71 e del '75. È l'avvento dell'era "moderna" delle cronoscalate e dopo le affemazioni del mito siciliano Nino Vaccarella su Abarth nel 1972 e i successi a ripetizione di Eugenio "Amphicar" Renna inizia l'epopea di Mauro Nesti, che conquista la Coppa Nissena per ben 9 volte.
Il fuoriclasse toscano è anche il detentore del record assoluto sui 12 km. Record destinato a rimanere imbattuto in quanto dal 1989 la gara cambia ancora layout, adottando la formula delle due manche da 5,5 km.

Oggi la Coppa Nissena rappresenta un appuntamento fisso nel calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna. Dopo aver assunto per molti anni il ruolo di round di chiusura del CIVM, da qualche anno è proposta direttamente la settimana seguente la Monte Erice di Trapani, per agevolare le trasferte dei team impegnati nel CIVM. Piloti e tecnici aprofittano così della settimana di "pausa" per trattenersi in Sicilia, riassettare le auto ma godersi (nei limiti di tempo a disposizione) anche l'ospitalità, la cucina e le bellezze paesaggistiche che offre la terra di Sicilia.

La gara si svolge su due manche con partenza da Contrada Capodarso e arrivo alle porte di Caltanissetta, sul tracciato come detto di 5 chilometri e mezzo. Un percorso molto veloce e da non sottovalutare, dominio abituale di prototipi e monoposto, anche se l'edizione del 1994 funestata dalla pioggia ha siglato la vittoria assoluta di una vettura "turismo", la Ford Escort Cosworth di Lugi Di Natali.
Dal 2004 la gara siciliana ha fatto parte per alcune edizioni anche del FIA Historic Hill-Climb Championship, il Campionato Europeo Montagna per auto storiche.

Attuale detentore del record di tracciato è Simone Faggioli con il tempo di 1'53"30, registrato nel 2010 con una Osella FA30 - Zytek.
Faggioli conquista anche l'edizione 2012, caratterizzata dall'inserimento di una chicane di rallentamento, con il record "parallelo" per questa nuova configurazione di 1'58"11.

Il record di affermazioni alla Coppa Nissena va invece al "Re" Mauro Nesti, con 9 vittorie assolute. Con il trionfo 2012 salgono a 6 le vittorie di Simone Faggioli, mentre chiude questo "podio" un nome glorioso del motorismo siciliano: "Amphicar" a quota 5 vittorie.
Un altro toscano, Franco Cinelli, "staziona" a breve distanza con 4 trionfi, mentre 2 vittorie a testa figurano nei palmarès personali di Luigi Bordonaro, Antonio Pucci, Carlo Facetti, Benny Rosolia, Giovanni Cassibba, Mirco Savoldi e Denny Zardo.

----------------------------------------------------------------------------------------------

CLASSIFICHE 2011 GRUPPO GT:
 

   PROVE   1ª 2ª
1.  Leo Isolani  Ferrari 575 GTC 2'20"95 N.P.
2.  Guido Sgheri  Porsche 996 Cup RS 2'33"45 N.P.
3.  Roberto Chiavaroli  Ferrari F430 Challenge 2'33"94 N.P.
         
   GARE (gara 2 annullata)   1ª 2ª Somma
1.  Leo Isolani  Ferrari 575 GTC 2'49"70 Annullata 2'49"70
2.  Roberto Chiavaroli  Ferrari F430 Challenge 2'56"17 Annullata 2'56"17
3.  Guido Sgheri  Porsche 996 Cup RS 3'10"71 Annullata 3'10"71

----------------------------------------------------------------------------------------------

Inizio: 26-04-2015
Fine: 26-04-2015
Località: Loc. Capodarso (CL), Loc. Capodarso (CL), Sicilia
Tipologia evento: Gara
Pagina Facebook: http://www.facebook.com/events/283746018374189
Link al sito: http://www.acicl.it/salita58
Record del tracciato: 1:53:30 - Simone Faggioli, Osella FA30 (2010)

Video del tracciato onboard