Dobšlinský Kopec


Informazioni sulla gara

Gara: Dobšlinský Kopec
Descrizione:


COME ARRIVARE:
(click sulle icone per le indicazioni in Google Maps)


     
 
 Aeroporto "Poprad-Tatry" - Poprad (SK) 51.2 km www.airport-poprad.sk
 Aeroporto "Košice" -  Košice (SK) 94.7 km www.airportkosice.sk
 Aeroporto "Giovanni Paolo II" - Cracovia (PL) 205 km www.krakowairport.pl
 Aeroporto "Budapest" - Budapest (HU) 243 km www.bud.hu
 Aeroporto "Letiska" - Bratislava (SK) 316 km www.airportbratislava.sk
       
 Dobšiná Train Station 1.2 km www.zsr.sk
       
In auto  Provenienza NORD - Rif. Poprad (SK) 46.9 km  
In auto  Provenienza NORD - Rif. Cracovia (PL) 197 km  
In auto  Provenienza EST - Rif. Košice (SK) 94.6 km  
In auto  Provenienza SUD - Rif. Budapest (HU) 237 km  
In auto  Provenienza SUD/EST - Rif. Bratislava (SK) 326 km  
In auto  Provenienza SUD/EST - Rif. Udine (IT) 871 km  
In auto  Provenienza ISOLANI RACING TEAM 1.354 km  
       
Ricettivitŕ alberghiera  Ricettività alberghiera   www.trivago.it

----------------------------------------------------------------------------------------------

ESPLORA IL TRACCIATO CON GOOGLE EARTH:

2012 Doblinsky.kmz

 

----------------------------------------------------------------------------------------------

RECORD TRACCIATO:

2' 23" 85 - Simone Faggioli (Osella FA30 - Zytek - 2012)

----------------------------------------------------------------------------------------------


LA STORIA

Nel 1973 un gruppo di appassionati di Dobšiná guidati da Františka Novotného individua nel tratto di strada che sale alle spalle della cittadina Slovacca un tracciato con molti allunghi, curve impegnative e tornanti ampi alternati ad altri più stretti ed impegnativi, ideale per pensare ad una corsa in salita. L'anno dopo, il 15/16 Giugno 1974, va in scena la prima edizione della Dobšlinský Kopec. Pochi i concorrenti al via, solo 37, fra i quali si impone František Nemec z Piešťan con il tempo di 4'39"8, alla guida di un prototipo autocostruito denominato GIOM.
Nel 1975 la gara è inserita nel Campionato Nazionale Slovacco e il vincitore Jiří Trávniček abbassa il record a 4'14"6.
La nuova salita piace ai piloti Slovacchi, forse proprio a causa di quel fondo stradale molto irregolare che la rende impegnativa ma che dopo le prime due edizioni ne decreta una lunga pausa: la gara è giudicata troppo pericolosa e in molti punti il tracciato è totalmente sprovvisto di barriere di contenimento.

Nei primi anni '80 vengono effettuati dei lavori di miglioramento alla strada, con nuovo asfalto e sistemazione guard-rail.
Nel 1983 la storia della Dobšlinský Kopec può ricominciare e il 3 Luglio si disputa la terza edizione della gara, sempre valida per il Campionato Nazionale Slovacco. Nutrita la partecipazione con 69 concorrenti al via, il vincitore Štefan Klištinec straccia il record del 1975 con il tempo di 3'16"26. Nel 1984 la Dobšlinský Kopec apre ai piloti oltre confine e acquisisce la titolazione di "Gara Internazionale" raccogliendo 80 adesioni.
Il record si abbassa anno dopo anno. L'edizione 1986 non viene disputata per problemi "tecnici" ma la gara torna già nel 1987 con 72 vetture iscritte. Il vincitore è Jiří Mičánek con il tempo di 3'04"73 (nuovo record) alla media di 124.7 km/h.

Segue un'altra pausa di due anni e la corsa ritorna in calendario nel 1990 con 54 concorrenti al via. Il vincitore Miroslav Šrachta con la sua MTX BMW ritocca il record del 1987 di quasi un secondo: 3'03"77 mentre l'anno successivo è Jiřímu Mičánkovi su Eufra Spiess F3 abbatte per la prima volta il muro dei tre minuti con il tempo di 2'48"72.
In occasione dell'edizione n.10, nel 1993 la Dobšlinský Kopec apre nuovamente le porte all'Europa raccogliendo una nutrita partecipazione di piloti provenienti da Germania, Polonia, Ungheria, Austria. E proprio l'Austriaco Walter Pedrazza su prototipo RPC 2 mette la sua firma sull'albo d'oro della gara, ritoccando il record e abbassandolo a 2'45"084.

Seguono anni difficili, a causa di una serie di problemi tecnici e un degrado eccessivo dell'asfalto che rischia di provocare altri stop alla disputa della gara Slovacca. Le edizioni si susseguono invece regolarmente senza più "pause", anche se i tempi dei vari vincitori rimangono oltre il record segnato da Pedrazza.
Nel 1998 gli organizzatori riescono finalmente ad attuare profondi lavori di ri-sistemazione della sede stradale e il vincitore Laszlo Szasz riesce a far "volare" la sua F 3000 Zytek firmando il nuovo record: 2'33"239. Due anni dopo l'Ungherese migliora ancora imponendosi con il tempo di 2'28"962, sempre al volante della sua F 3000 Zytek.
Nonostante i numerosi tentativi di piloti sia locali che Europei il record di Szasz resiste fino al 2004, quando il vincitore Jaroslavovi Krajčimu ferma i cronometri su 2'27"31. Nuovo record quindi ma lieve miglioramento, anche se va sottolineato che nel 1999 Szasz ha potuto sfruttare un fondo stradale quasi perfetto e lineare mentre il locale Krajčimu si trova di nuovo alle prese con un tracciato molto irregolare.

La visita del Presidente della Repubblica Slovacca alla città di Dobšiná dona prestigio all'edizione 2005 della Dobšlinský Kopec, abbonata ormai alle validità per il Campionato Nazionale Slovacco, il Challenge Cup FIA, FIA CEZ, vari trofei di coppa nazionali e la Berg-Cup. Il record 2004 rimane imbattuto "per sempre", dato che dal 2006 il tracciato viene allungato sian in zona partenza che all'arrivo arrivando alla lunghezza di 6.81 km.

Nuovo tempo di riferimento quindi quello del vincitore 2006, Jaro Krajči che alla guida di una Ralt F 3000 blocca i cronometri a 2'38"414, con una media di 153.8 km/h.

La storia della Dobšlinský Kopec poi procede funestata negli anni a venire da ciclici problemi di riasfaltatura e da alcune edizioni caratterizzate da eccezionali ondate di maltempo. La gara è amata/odiata dai piloti che puntualmente segnalano alla Direzione Gara i punti più pericolosi e le anomale difficoltà di trazione/aderenza riscontrate in alcuni tratti.
Gli organizzatori non demordono e nonostante molti incidenti piuttosto seri la gara non conosce più pause fino all'ultima edizione disputata, quella del 2011 dove a vincere è Jaroslav Krajči con il tempo di 2'31"811, nuovo record del tracciato.

Gli osservatori FIA presenti l'anno scorso valutano positivamente l'operato degli organizzatori e così ecco la promozione alla massima serie europea della Dobšlinský Kopec 2012.

----------------------------------------------------------------------------------------------


Inizio: 20-07-2012
Fine: 22-07-2012
Localitŕ: Dobšiná (Košice), Dobšiná (Košice), Rep. Slovacca
Tipologia evento: Gara
Pagina Facebook: http://www.facebook.com/DobsinskyKopec
Link al sito: http://www.dobsinskykopec.com
Record del tracciato: 2:23:85 - Simone Faggioli (Osella FA30 - 2012)

Video del tracciato onboard